Il destino poco invidiabile dei vincitori del jackpot della lotteria
Il destino poco invidiabile dei vincitori del jackpot della lotteria

La vita dimostra che non tutti i jackpot della lotteria portano la felicità o almeno cambiano il destino in meglio. Vi raccontiamo alcune delle vincite più famose, che non si sono rivelate altro che guai per i vincitori.

La storia di Vivian Nicholson

Ha vinto 30.000.000 di dollari nel 1961. Quando i giornalisti le chiesero cosa avrebbe fatto con i soldi, lei disse: “Ho intenzione di spenderli. Spendete molto e molto. E ha mantenuto la sua parola. Ha speso le sue vincite per comprare vestiti di lusso, auto, gioielli… Tuttavia, anche una tale spendacciona, ha impiegato cinque anni per far sparire i suoi milioni.

È rimasta vedova, ha avuto cinque mariti, è quasi morta per un ictus, è diventata dipendente dall’alcol, è stata curata dall’alcolismo, ha tentato il suicidio due volte e ha anche passato del tempo in un ospedale psichiatrico. Oggi è una pensionata solitaria, che riceve una piccola pensione di 300 dollari.

La storia di William Post

Oggi, quest’uomo riceve anche un’indennità statale, anche se gli dei della lotteria una volta gli hanno dato più di 16 milioni di dollari. Le sue disgrazie iniziarono quando sua moglie gli fece causa per ottenere la sua parte di premio. Post ha anche litigato con il resto dei suoi parenti, poi è entrato nel business delle auto e dei ristoranti. L’intera catena di eventi ha portato William alla bancarotta.

La storia di Ken Proxmire

Un normale fabbro del Michigan è diventato proprietario di un milione di dollari dopo aver vinto la lotteria. In California, Ken e i suoi fratelli decisero di tentare la fortuna nel settore automobilistico. Dopo cinque anni, li aspettava la bancarotta.
Suo figlio Rick ha detto: “Papà era solo un povero ragazzo che un giorno aveva fatto jackpot e ha deciso di aiutarci tutti. Per alcuni anni tutto sembrava andare bene, quelli erano i giorni divertenti, ma oggi la nostra vita è molto ordinaria. Nessuno fa più piani per comprare un elicottero o una limousine. Mio padre è dovuto tornare a fare il fabbro.

La storia di Ken Proxmire

La storia di Willy Hurt

Anche il nostro prossimo eroe viveva nel Michigan americano. Nel 1989, la sua vincita alla lotteria ammontava a 3100000 dollari. Dopo due anni, anche lui era in rovina, aggravato da un’accusa di omicidio. Secondo il suo avvocato, Willie ha speso tutti i soldi in procedimenti di divorzio e droghe.

La storia di Janit Leigh

Nel 1993, una donna si è aggiudicata un jackpot di diciotto milioni di dollari. Janit aveva un cuore grande, e donava con tutto il cuore a programmi sociali ed educativi – in breve, per aiutare la comunità. Dopo otto anni, ha dovuto affrontare la procedura di fallimento. Non aveva più contanti, e solo settecento dollari nel suo conto bancario.

La storia della famiglia Mukhametzyanov

Questi coniugi di Ufa sono ancora oggi i più discussi e famosi milionari della lotteria in Russia. Non è una sorpresa. Nel 2001 questa non la più benestante famiglia di bevitori ha vinto nel “Bingo-show” esattamente un milione di dollari. Tradotto nel nostro denaro di legno, questo ammontava a 29814000 rubli. Nadezhda Mukhametzyanova lavorava come asciugatrice in un’associazione di costruttori di macchine a Ufa, ma era rimasta a casa per diversi anni. Suo marito e i suoi due figli vivevano con lei. I vicini hanno detto che la coppia beveva spesso.

Quando la coppia ricevette le loro vincite, il loro appartamento divenne una calamita per ubriachi e parenti di nuovo conio. La coppia fortunata non ha mai rifiutato nessuno, l’alcol si è riversato a fiumi. I loro due figli adolescenti, Alexei e Rustem, frequentavano poco la scuola, ma si divertivano a spendere le vincite della mamma. Hanno portato una folla di colleghi studenti alle bancarelle e alle slot machine.

In qualche modo i ‘milionari dei bassifondi’ hanno iniziato a pensare agli investimenti e hanno comprato un paio di appartamenti nella parte alta della loro città natale. Ne hanno perso uno quasi subito a causa di un incendio. I Mukhametzyanov hanno anche preso due auto, ma le hanno rapidamente distrutte. Cinque anni più tardi, che erano passati dal colpo del jackpot, Nadezhda morì. In quel momento, era ancora più povera di prima della sfortunata vincita.