Eventi sportivi che sono passati alla storia

  • Le cose più vergognose e inadeguate da fare nello sport

    Pagliacci tunisini

    I giochi olimpici hanno una lunga storia, e ci sono state molte occasioni in cui i singoli atleti si sono comportati in modo così inadeguato, così vergognoso, che alcuni fan sono anche arrivati a vederli come i veri eroi della competizione. Il caso dei pentatleti tunisini alle Olimpiadi di Roma ’60 fu uno shock anche per il più esperto degli appassionati di sport.

    Tutto è iniziato quando uno degli atleti tunisini è quasi annegato nella gara di nuoto. È annegato all’inizio e poi ha cominciato a lottare febbrilmente e a chiedere aiuto. Nelle gare di tiro i ragazzi sono stati squalificati, poiché i giudici sospettavano che non stessero sparando ai bersagli, ma a se stessi.

    Anche lo sport equestre non si è rivelato un cavallo di battaglia per i tunisini, nonostante il fatto che non poteva andare peggio. La storia della competizione olimpica non aveva mai conosciuto una cosa del genere: non un singolo atleta della squadra nazionale è stato in grado di rimanere sul suo cavallo. Di solito in questo sport è richiesto di completare quindici salti, ma i nostri eroi non hanno raggiunto nemmeno il primo ostacolo.

    Quando arrivò la gara di scherma, anche i tunisini furono notevoli: lo stesso schermidore, come tutti gli altri compagni di squadra, non aveva mai scherzato in vita sua. Il piano fu un fallimento, poiché i rivali sospettarono un imbroglio e tirarono via la maschera dell’africano. Un fiasco epico!

    Aspettando l’apocalisse

    Il portiere argentino Carlos Roa ha tutte le possibilità di vincere il primo posto nell’anti-rating dell’assurdità. Si distinse in una memorabile partita di spareggio nella Coppa del Mondo del ’98, quando la sua nazionale giocò contro l’Inghilterra. Carlos ha realizzato un rigore allo scoccare dell’intervallo che ha trasformato il portiere in un eroe nazionale.

    Era ampiamente previsto che avrebbe avuto una grande carriera, con Chelsea e Man Utd attirando un certo numero di scout. Tuttavia, tutto rovinato dallo stesso Carlos Roa, un po’ troppo con le sue aspirazioni religiose.

    Il fatto che fosse un seguace della Chiesa dei cristiani avventisti, che credono in una fine del mondo molto vicina. Il risultato finale fu che il miglior portiere argentino rinunciò al calcio, perché l’apocalisse era imminente. Insieme alla sua famiglia si stabilì in una zona tranquilla dove avrebbe salvato se stesso e la sua famiglia.

    È stato cercato per diversi anni senza successo e una volta trovato è stato convinto a tornare alla vita mondana e al calcio. Di conseguenza, Carlos ha giocato diversi anni nel campionato spagnolo, rifiutando però di uscire nelle partite del sabato. E allo stesso tempo è stato curato dal cancro ai testicoli. Un vero miracolo, davvero!

    Aspettando l'apocalisse Carlos Roa

    Hanno scambiato le Olimpiadi per un servizio fotografico erotico

    Le due pattinatrici polacche di velocità su pista corta Aida Bella e Marta Wojcik non avevano abbastanza soldi per una preparazione adeguata per le Olimpiadi di Sochi. Ma come potrebbero le belle ragazze fare soldi in fretta? Certamente, per fare una foto in una delle riviste erotiche. Senza lunghe riflessioni le ragazze andarono direttamente al più famoso di essi, “Playboy”. Al servizio fotografico, hanno mostrato tutte le loro parti del corpo più sexy per un compenso di circa 25.000 dollari.

    Non sono molti soldi, ma sembravano essere sufficienti per un vestito. Tuttavia, è stato tutto inutile. Aida e Marta non sono riuscite a qualificarsi per le Olimpiadi di Sochi. D’altra parte, ora hanno una direzione di carriera alternativa. E hanno già un’esperienza inestimabile in questa direzione.

    Patriottismo inappropriato

    German Panov, che detiene un’alta posizione nell’Unione Internazionale di Pattinaggio, ha la reputazione di essere un vero patriota della Russia e un uomo che è molto rispettoso del presidente.

    Nel 2015, Chelyabinsk ha ospitato grandi competizioni nelle discipline del pattinaggio di velocità. Ad uno dei premi, il nostro eroe è uscito indossando una maglietta con una foto di Vladimir Putin. A quanto pare, il signor Panov ha completamente dimenticato che lo sport e la politica sono incompatibili. Ma Jan Deukema, il vicepresidente del sindacato, era consapevole di questo, e così ha immediatamente insistito che il funzionario russo si cambiasse la camicia.

    I media citano l’olandese Paul Saunders, che dirige l’Unione: “È chiaro che il signor Panov è un sostenitore del suo presidente. Era la sua posizione personale, ma la politica e lo sport devono essere separati. Siamo qui riuniti solo per lo sport”.

  • Sport e superstizione, rituali negli atleti

    C’è spesso una linea molto sottile tra la vittoria e la sconfitta. Non è la condizione fisica dell’atleta ad essere decisiva, ma la sua tolleranza allo stress. Un atleta può prepararsi psicologicamente con l’aiuto di semplici rituali e credendo nei presagi.

    Giocatori di tennis

    I tennisti hanno un atteggiamento speciale verso i rituali e i presagi. A parte i rituali individuali, che quasi ogni sportivo di successo o meno ha, ci sono regole non scritte nel tennis, che anche i più sicuri di sé “cavalieri della racchetta” non oserebbero infrangere.

    Un tennista superstizioso non calpesterà mai un marcatore o prenderà più di 2 palle per servire. Si dice che i tennisti non amino indossare vestiti e attrezzature con il giallo. Tuttavia, Masha Sharapova e Serena Williams hanno vinto competizioni importanti senza aver paura di vestirsi di giallo.

    Giocatori di hockey

    La superstizione più grande è probabilmente nell’hockey su ghiaccio. La più semplice è che se si avvicina una partita importante, gli atleti si rifiutano di essere fotografati, e nello spogliatoio cercano di evitare le chiacchiere inutili.

    Le attrezzature, specialmente le mazze da hockey, diventano per loro degli esseri viventi. Il giocatore li prepara personalmente, li avvolge e fa un discorso a cuore aperto con loro. E Wayne Gretzky, il più grande giocatore della storia della NHL, ebbe persino l’idea di usare il borotalco per massimizzare l’effetto. Guardando i suoi risultati, ha funzionato davvero! I giocatori di hockey sbattono anche i loro bastoni sulle imbottiture del loro portiere prima della partita, attirando gli dei dello sport dalla loro parte.

    Che ne dite di questa tradizione? Quando c’è ancora molta strada da fare prima dei playoff, alcuni giocatori smettono di radersi. I fan si riferiscono a questo grado di disabitudine come a una “barba da playoff”.

    Un altro presagio è stato associato a un dollaro d’argento incastrato nell’arena di ghiaccio dalla squadra nazionale canadese. Purtroppo, il presagio poteva essere testato solo una volta, e i canadesi hanno vinto le Olimpiadi. Quando fu il loro turno di estrarre la moneta la prossima volta, Alexander Ovechkin fu incaricato di farlo, e la portò via come souvenir.

    Golfisti

    Golfisti

    I golfisti credono nella magia dei numeri. Si crede che le palle con un numero superiore a quattro rovinino il gioco. La competizione inizia anche con un rituale: le squadre con numeri dispari appaiono per prime sul tee. Una vasta gamma di tradizioni e regole si sono radicate nel galateo del gioco, con i golfisti che introducono superstizioni come portare una moneta in tasca o le scarpe da ginnastica. Si dice che porti fortuna.

    Calciatori

    La maggior parte delle superstizioni qui riguardano l’attrezzatura. Ogni calciatore alla fine avrà fortuna con tacchetti, parastinchi e così via. Se un giocatore ottiene un sacco di gol con quegli stivali, o gioca partite di successo, molto probabilmente diventeranno il suo stivale fortunato. Li conserverà e li userà solo nei momenti più importanti. È anche interessante il fatto che diversi giocatori scelgono una certa sequenza in cui si mettono le scarpe prima dell’allenamento e delle partite. Anche questo è uno dei rituali.

    Proprio come i loro colleghi di altri sport, i calciatori non possono essere costretti a rilasciare interviste, fare pronostici o scattare fotografie prima di una partita importante. E se finiscono nelle grinfie dei giornalisti, di solito si accontentano di frasi molto limpide.

    Giocatori di basket e pallavolo

    Ci sono molte somiglianze con il calcio, per esempio, l’attrezzatura e le scarpe meritano un trattamento speciale. Non è raro vedere un grande nome del basket o della pallavolo in palestra con le scarpe usurate. Tuttavia, ci sono delle differenze. Quando si prepara per una partita, un atleta cerca di “scaldare” le suole delle sue scarpe, e solo allora va nell’arena.

    Un’altra particolarità: il giocatore di basket che è l’ultimo a segnare nel riscaldamento dovrebbe avere una buona partita. Un altro rituale interessante: quando fanno un tiro libero, i giocatori di basket colpiscono sempre la palla sul pavimento. Porta fortuna. E un giocatore di pallavolo che serve deve prendere la palla dal compagno più fortunato della sua squadra.

  • Cosa significa il tatuaggio della roulette del gioco d'azzardo

    Ogni tatuaggio significa qualcosa. La roulette, che è spesso raffigurata accanto alle carte da gioco e ad altri oggetti da casinò, non fa eccezione. Prima di mettere un tatuaggio come questo sulla tua pelle, assicurati di scoprire qual è il messaggio. Può essere che questa particolare variante significhi qualcosa di negativo o sia percepita negativamente in alcuni ambienti sociali. D’altra parte, un tale tatuaggio può aumentare la vostra fortuna e sarete considerati fortunati.

    Una delle credenze più popolari è che la roulette sia stata inventata dai monaci domenicani. L’idea era di giocare alla roulette nei monasteri per passare le serate noiose. Oggi, i tatuaggi con gli attributi del gioco d’azzardo significano più spesso una passione per questi stessi giochi, un desiderio di correre rischi e cercare l’avventura.

    Significati dei tatuaggi per la bella metà dell’umanità

    Le donne non si impongono spesso queste immagini. Ma ci sono delle eccezioni. Si sforzano di affermare la loro individualità e il loro desiderio di distinguersi dalla massa grigia.

    Quindi, il tatuaggio con una roulette in una donna può indicare quanto segue:

    • Ama il gioco d’azzardo. Un tale tatuaggio può essere visto di solito su una signora che è un’assidua frequentatrice di case da gioco. Con un quadro del genere, vuole che la fortuna sia dalla sua parte.
    • Vuole diventare una persona più fortunata. Gli appassionati di gioco d’azzardo sanno che non si può vincere alla grande al casinò senza fortuna. Tuttavia, un tale tatuaggio è scelto dalle signore, sperando che la fortuna le aiuti non solo ai tavoli da gioco, ma anche in altri ambiti della vita.

    Si riferisce anche a un uomo che ama l’avventura. Le ragazze che lo ottengono hanno lasciato intendere che non si preoccupano di rischiare.

    Spesso, le donne si fanno questi tatuaggi perché pensano di essere belle. In questa situazione, non c’è un significato più profondo per l’immagine. Tali immagini sono belle su qualsiasi parte della pelle.

    C’è un’altra implicazione di una tale immagine sul corpo di una ragazza: l’ateismo. Non è un segreto che tutte le religioni condannano e condannano il gioco d’azzardo. Quindi, con un simile tatuaggio, un uomo dichiara di non credere in Dio e di avere un atteggiamento negativo nei confronti della fede.

    Significati dei tatuaggi per gli uomini

    Significati dei tatuaggi per gli uomini

    Tattoo con una roulette da casinò preferiscono fare solo uomini. Nella maggior parte dei casi, questo modello appare sul braccio o sulla spalla.
    Quindi, per i ragazzi, una ruota del casinò potrebbe significare le seguenti cose:

    • È un fan del gioco d’azzardo. Un uomo che si fa un tatuaggio di questo tipo è di solito un giocatore accanito e un frequentatore abituale delle case da gioco. Questa è una caratteristica che descrive con il disegno della “ruota del diavolo”.
    • Ha bisogno di fortuna. Anche in questa situazione, i tatuaggi sono spesso fatti dai giocatori. Aspettano la loro fortuna nella speranza di strappare il jackpot in una casa da gioco. Ma l’immagine è spesso tatuata da individui che non sono affatto appassionati di carte e roulette, e che sperano di diventare più fortunati nel loro lavoro, nelle relazioni e così via.
    • Mostra le loro tendenze ribelli. Qui un tale disegno indica che l’uomo si oppone alle regole e alle norme accettate nella società. Ha le sue convinzioni e cerca di difenderle.
      Proprio come le ragazze, anche i ragazzi spesso non mettono alcun significato in questi tatuaggi. Un uomo è attratto da una bella immagine in un negozio di tatuaggi e la ordina.

    Così, vediamo che sia per gli uomini che per le donne, il tatuaggio della roulette significa più o meno la stessa cosa. Per cercare un significato profondo in un tale tatuaggio, è necessario analizzare ogni particolare disegno, poiché esiste un numero enorme di varianti. Nel caso più semplice, la roulette indica che il suo portatore è un appassionato di carte e di altri giochi d’azzardo. Questo dovrebbe essere tenuto a mente se si decide di mettere questo modello sul proprio corpo. Questo è il modo in cui sarete percepiti dalla maggior parte di coloro che vi circondano – come un giocatore d’azzardo.

  • Il destino poco invidiabile dei vincitori del jackpot della lotteria

    La vita dimostra che non tutti i jackpot della lotteria portano la felicità o almeno cambiano il destino in meglio. Vi raccontiamo alcune delle vincite più famose, che non si sono rivelate altro che guai per i vincitori.

    La storia di Vivian Nicholson

    Ha vinto 30.000.000 di dollari nel 1961. Quando i giornalisti le chiesero cosa avrebbe fatto con i soldi, lei disse: “Ho intenzione di spenderli. Spendete molto e molto. E ha mantenuto la sua parola. Ha speso le sue vincite per comprare vestiti di lusso, auto, gioielli… Tuttavia, anche una tale spendacciona, ha impiegato cinque anni per far sparire i suoi milioni.

    È rimasta vedova, ha avuto cinque mariti, è quasi morta per un ictus, è diventata dipendente dall’alcol, è stata curata dall’alcolismo, ha tentato il suicidio due volte e ha anche passato del tempo in un ospedale psichiatrico. Oggi è una pensionata solitaria, che riceve una piccola pensione di 300 dollari.

    La storia di William Post

    Oggi, quest’uomo riceve anche un’indennità statale, anche se gli dei della lotteria una volta gli hanno dato più di 16 milioni di dollari. Le sue disgrazie iniziarono quando sua moglie gli fece causa per ottenere la sua parte di premio. Post ha anche litigato con il resto dei suoi parenti, poi è entrato nel business delle auto e dei ristoranti. L’intera catena di eventi ha portato William alla bancarotta.

    La storia di Ken Proxmire

    Un normale fabbro del Michigan è diventato proprietario di un milione di dollari dopo aver vinto la lotteria. In California, Ken e i suoi fratelli decisero di tentare la fortuna nel settore automobilistico. Dopo cinque anni, li aspettava la bancarotta.
    Suo figlio Rick ha detto: “Papà era solo un povero ragazzo che un giorno aveva fatto jackpot e ha deciso di aiutarci tutti. Per alcuni anni tutto sembrava andare bene, quelli erano i giorni divertenti, ma oggi la nostra vita è molto ordinaria. Nessuno fa più piani per comprare un elicottero o una limousine. Mio padre è dovuto tornare a fare il fabbro.

    La storia di Ken Proxmire

    La storia di Willy Hurt

    Anche il nostro prossimo eroe viveva nel Michigan americano. Nel 1989, la sua vincita alla lotteria ammontava a 3100000 dollari. Dopo due anni, anche lui era in rovina, aggravato da un’accusa di omicidio. Secondo il suo avvocato, Willie ha speso tutti i soldi in procedimenti di divorzio e droghe.

    La storia di Janit Leigh

    Nel 1993, una donna si è aggiudicata un jackpot di diciotto milioni di dollari. Janit aveva un cuore grande, e donava con tutto il cuore a programmi sociali ed educativi – in breve, per aiutare la comunità. Dopo otto anni, ha dovuto affrontare la procedura di fallimento. Non aveva più contanti, e solo settecento dollari nel suo conto bancario.

    La storia della famiglia Mukhametzyanov

    Questi coniugi di Ufa sono ancora oggi i più discussi e famosi milionari della lotteria in Russia. Non è una sorpresa. Nel 2001 questa non la più benestante famiglia di bevitori ha vinto nel “Bingo-show” esattamente un milione di dollari. Tradotto nel nostro denaro di legno, questo ammontava a 29814000 rubli. Nadezhda Mukhametzyanova lavorava come asciugatrice in un’associazione di costruttori di macchine a Ufa, ma era rimasta a casa per diversi anni. Suo marito e i suoi due figli vivevano con lei. I vicini hanno detto che la coppia beveva spesso.

    Quando la coppia ricevette le loro vincite, il loro appartamento divenne una calamita per ubriachi e parenti di nuovo conio. La coppia fortunata non ha mai rifiutato nessuno, l’alcol si è riversato a fiumi. I loro due figli adolescenti, Alexei e Rustem, frequentavano poco la scuola, ma si divertivano a spendere le vincite della mamma. Hanno portato una folla di colleghi studenti alle bancarelle e alle slot machine.

    In qualche modo i ‘milionari dei bassifondi’ hanno iniziato a pensare agli investimenti e hanno comprato un paio di appartamenti nella parte alta della loro città natale. Ne hanno perso uno quasi subito a causa di un incendio. I Mukhametzyanov hanno anche preso due auto, ma le hanno rapidamente distrutte. Cinque anni più tardi, che erano passati dal colpo del jackpot, Nadezhda morì. In quel momento, era ancora più povera di prima della sfortunata vincita.

  • Le persone più fortunate della terra

    Non si può essere sempre fortunati, ma come si può vedere, alcune persone sembrano essere guidate da una stella fortunata. Alcune di queste persone possono essere molto gelose, e la loro fortuna non sembra giusta, ma è così che funziona la vita.

    La storia di Orlando Bloom

    Bloom non è solo un attore di successo a Hollywood, ma riesce a cavarsela anche dopo gravi infortuni. Si è fratturato entrambe le gambe, il braccio sinistro, il polso destro, e quante volte l’attore gli ha rotto le costole, non lo ricorda. Tre volte Orlando ha riparato un’incrinatura del cranio, una volta durante una partita di rugby si è rotto il naso.

    Ma non era una novità. Una volta ci fu una caduta dal tetto, che finì con una schiena rotta. Vi chiederete: dov’è la fortuna in questo? Il fatto che oggi Bloom sia sano, appaia nei film e viva una vita piena, e in effetti, avrebbe potuto essere a lungo confinato su una sedia a rotelle, o peggio!

    La storia di Roy Sullivan

    Raramente le persone vengono colpite da un fulmine, e per sopravvivere dopo un tale incidente, bisogna essere molto fortunati. Sullivan ha sperimentato “l’ira del dio del tuono” ben sette volte in 35 anni, ma non lo ha ucciso.

    Dopo ogni incidente, Roy finì in ospedale, leggermente o gravemente ferito, ma continuò a lavorare come guardia forestale in un parco americano, che era famoso per quanti terribili temporali. Il fulmine non ha mai ucciso l’uomo, ma l’amore infelice sì: si è suicidato.

    Storia di carte da baseball rare

    Il nome della famiglia che ha scoperto sette leggendarie carte da collezione di Ty Cobb nella sua soffitta è rimasto sconosciuto. Non c’è da stupirsi che queste persone abbiano scelto di rimanere anonime, visto che la vendita di questo reperto ha portato loro poco meno di un milione di sterline.

    Una di queste reliquie di un secolo fa rende un uomo ricco, e sono sette, tutte perfettamente conservate! Scava nella tua soffitta (se ne hai una) e potresti trovare qualcosa di raro e incredibilmente prezioso.

    Storia di carte da baseball rare

    La storia di Robert Hamilton

    Se qualcuno ha già vinto $1000000 alla lotteria, ha davvero senso per lui spendere di nuovo tutti quei soldi? Il residente americano dell’Indiana Robert Hamilton, che aveva già vinto un milione nel 2014, chiaramente non ha pensato di smettere di provare. E solo tre mesi dopo, gli fu assegnato un altro milione di dollari, e nella stessa lotteria! Bisogna capire che la possibilità di una vincita così grande è una su qualche milione, e a questo fortunato la fortuna ha sorriso due volte di seguito.

    L’incidente di Lena Paulsson

    Минуло больше пятнадцати лет с того момента, как у женщины потерялось колечко, с которым она выходила Sono passati più di quindici anni da quando una donna ha perso l’anello con cui era sposata. Un giorno, stava scavando nell’orto, raccogliendo verdure. Poi qualcosa di inaspettato apparve nel verde. La sua fede perduta era avvolta intorno a una delle carote, come un dito.

    L’incidente di David Gonzalez

    Un giorno, il nostro eroe era impegnato a rinnovare e ridecorare la sua casa. Quando ha rimosso la carta da parati, ha scoperto una rivista di fumetti pubblicata nel 1938 nascosta in un muro e avvolta in un giornale. Si è scoperto che fu in questa edizione che Superman apparve per la prima volta sulla copertina. Gli esperti hanno stimato la rarità a 100.000 dollari! Forse dovrei fare anche un po’ di carta da parati.

  • Le scommesse più sorprendenti del mondo

    Non puoi immaginare cosa possono fare gli scommettitori nel calore della passione!

    Un sorso per un milione

    Questa scommessa è passata alla storia come una delle più antiche. La regina egiziana Cleopatra e il suo amante romano Marco Antonio litigarono. La famosa bellezza offrì una scommessa che durante una festa avrebbe bevuto una quantità di vino superiore a quella che Antonio aveva speso in un recente sontuoso banchetto. Dato che si trattava di milioni di sesterzi, non credeva che questo fosse possibile e accettò.
    Chiaramente Cleopatra non poteva fare a meno di barare. Alla festa sciolse una grande perla nera nell’aceto di vino e la bevve. Questa decorazione è costata soldi favolosi, così che formalmente le regole sono state rispettate, e il famoso generale ha ammesso la sconfitta.

    A proposito, gli scienziati moderni sono riusciti a dimostrare che una tale esperienza chimica è del tutto possibile. È vero che il processo di dissolvimento richiede un giorno, ma la donna egiziana poteva immergere la sua perla e venire alla festa con la gemma ammorbidita. Oppure la festa è durata così tanto che c’era abbastanza tempo.

    Contestazione alla moda

    L’aristocratico britannico Lord Spencer, vissuto duecento anni fa, aveva la reputazione negli ambienti londinesi di essere l’indiscusso creatore di tendenze. La sua autostima in materia era così grande che una volta scommise persino che avrebbe in qualche modo rovinato il suo frac, diciamo tagliando le frange, e che l’avrebbe indossato a un ballo. Così facendo, i partecipanti penserebbero che è un abbigliamento abbastanza decente.
    Va notato che il signore non solo riuscì ad uscire vittorioso dalla disputa, ma riuscì anche a rivoluzionare la moda. Le giacche accorciate erano usate sia dai maschi che dalle femmine. Questa versione della giacca si chiama ancora oggi “spencer”. Sono un’alternativa agli smoking.

    Un film di dieci secondi

    Il famoso sceneggiatore italiano Tonino Guerra, che ha collaborato con Fellini e Tarkovsky, una volta fece una scommessa che poteva scrivere una sceneggiatura per un film completo che non durasse più di dieci secondi.

    Un giorno era sufficiente per vincere la scommessa. La sceneggiatura era: “Una certa signora siede davanti a un televisore che mostra un razzo che si prepara al lancio. Il tempo del conto alla rovescia sta finendo: 4… 3… 2… In questo momento, il volto della donna mostra tutta una gamma di emozioni. All’ultimo secondo afferra la cornetta del telefono, gira la manopola e, insieme al decollo della nave, pronuncia: “Ecco, se n’è andato”.

    Un film di dieci secondi

    Alcune scommesse più sorprendenti

    • Il famoso fisico Stephen Hawking è sempre stato interessato ai buchi neri. E ha sostenuto che si tratta di loro, per esempio, se c’è o no un buco nero in un particolare posto nello spazio, se è in grado di assorbire informazioni senza lasciare traccia e così via. Ciò che è sorprendente è che Hawking ha costantemente perso questi dibattiti.
    • Un giorno, la stella del basket mondiale Shaquille O’Neal ha fatto una scommessa che senza alcuna formazione e connessioni otterrà nella Casa Bianca per un pubblico con Barack Obama. Le guardie del corpo del presidente americano si sono rallegrate della sua star, ma si sono rifiutate di farlo entrare.
    • Era il 1960. Un certo David Threlfall dalla Gran Bretagna decise una volta di fare una scommessa nell’ufficio di un bookmaker. Era attratto da un evento con probabilità di 1000 (!) che almeno un uomo volerà sulla Luna nel prossimo decennio. Ha fatto una grande scommessa, e i nove anni successivi sono passati in un’agonizzante suspense. E quasi nessuno era più eccitato di Trelfolk quando gli astronauti guidati da Neil Armstrong fecero il loro famoso volo nell’Apollo 11.
  • Perdite del gioco di carte leggendario

    Grazie al gioco d’azzardo, i potenti si arricchiscono, i milionari e gli scrittori diventano pazzi e i poveri disperati hanno un’ultima possibilità di arricchirsi.

    Il vecchio e le carte

    Nella primavera del 1995, un vecchio dall’aspetto trasandato – senza nemmeno le scarpe – si presentò alla porta del Treasure Island Casino di Las Vegas. Si diceva che la sua vecchia l’avesse cacciato, non dandogli il tempo di mettersi le scarpe. Per questo era soprannominato Barefoot Joe.

    Il vecchio aveva con sé una piccola somma di denaro emessa dal fondo di previdenza sociale. Le guardie di sicurezza della casa da gioco, dopo aver visto un visitatore così impresentabile, gli permisero comunque di entrare. Il denaro non ha odore, e questo ospite non aveva chiaramente intenzione di ottenere nulla.

    Il vecchio si è seduto a un tavolo di blackjack. E molti sono rimasti sorpresi quando Barefoot Joe ha iniziato ad essere incredibilmente fortunato, anche se non stava usando nessuna delle strategie di carte conosciute. In pochi giorni, il vecchio aveva alleggerito le tasche dei proprietari del Treasure Island di circa un milione di sterline!

    Il fortunato è stato controllato dalla sicurezza dello stabilimento, ma non è stato trovato nulla di criminale dietro di lui. Così decisero di vestire il vecchio, gli diedero delle guardie, lo misero in un hotel del casinò, gli fornirono una limousine, e fecero tutto il possibile per evitare che se ne andasse a giocare in un’altra casa da gioco.

    Tutto il denaro vinto deve alla fine essere restituito ai giocatori! Questa è la regola. Il piano ebbe successo, e quando la fortuna si allontanò dal vecchio giocatore, iniziò a perdere costantemente e rimase senza il suo milione di dollari.

    Ma prima di diventare di nuovo un filisteo squattrinato, Barefoot Joe ha vissuto come un re e un drogato di fortuna per una settimana intera. Per inciso, una delle compagnie cinematografiche decise di adattare la storia e comprò i diritti dal vecchio per 10000 dollari. Quando il contratto è stato firmato, Joe ha incontrato la star di Hollywood Kevin Costner, che rappresentava la parte dell’acquirente.

    “Eugene Onegin” come scheda scommesse

    Eugene Onegin come scheda scommesse

    Alexander Pushkin non era un grande poeta per i poliziotti di Mosca dell’epoca, ma solo un inveterato giocatore di carte. Le forze dell’ordine tenevano queste persone su una matita e potevano espellerle dalla capitale con una decisione del tribunale, poiché il gioco d’azzardo è riconosciuto come illegale. E Alexander Sergeyevich aveva molto gioco d’azzardo, ma giocava male ed era molto più spesso un perdente che un vincitore. E se fosse rimasto senza soldi, avrebbe iniziato a giocare d’azzardo, immaginatevi le sue opere inedite.

    Nel 1826, il destino portò Pushkin a Pskov. In città decise di scrivere il settimo capitolo di “Eugene Onegin”, ma invece passò giorni al bordello, rimase senza soldi, puntò il manoscritto del quarto capitolo e lo perse.

    Il quinto capitolo del futuro grande poema è diventato una scommessa già a Mosca. L’avversario di Pushkin era il suo lontano parente Alexander Zagryazhsky. Sapeva che gli editori pagano volentieri molto per le opere del poeta, quindi la sua scommessa fu accettata. Di conseguenza, Zagryazhsky divenne il nuovo proprietario del quinto capitolo. E poi Pushkin tirò fuori le sue pistole da duello. No, non aveva intenzione di sparare con un parente fortunato. Anche loro diventarono una scommessa, e questa volta Alexander Sergeyevich fu fortunato – vinse tutto, compresi i soldi.

    Un compositore che gioca d’azzardo

    Il pianista e compositore Dmitri Shostakovich una volta ha scommesso sul suo pianoforte a coda di sequoia preferito. Il luogo era il Leningrad Music Hall. I gruppi di preferenza si susseguivano uno dopo l’altro, e la mattina si stava facendo tardi. Shostakovich fu sfortunato quella sera contro i suoi rivali abituali a carte: il regista teatrale Mikhail Padvo e il direttore d’orchestra Isaak Dunayevsky. Non solo è rimasto senza tutti i suoi soldi, ma ha anche dovuto suonare gratuitamente 40 numeri del concerto.

    Nella foga dell’eccitazione, Shostakovich gridò: “Suonerò il mio pianoforte!” Ahimè, la sua fortuna finì di nuovo – la preziosa proprietà finì nelle mani di Dunayevsky. Inoltre, Isaak Osipovich divenne il proprietario dell’unica giacca di Shostakovich in quel momento. E lo strumento musicale fu presto ricomprato dalla cantante Klavdia Shulzhenko.

  • Record di gioco d'azzardo nel libro dei Guinness

    Oggi, molte persone sono appassionate di giochi d’azzardo, e per una certa percentuale di persone sono diventati parte integrante della loro esistenza. Ci sono vari fatti divertenti che sono finiti nel famoso “Guinness dei primati”. E non si tratta solo delle maggiori vincite in denaro.

    Giorni e giorni al tavolo da poker

    Cominciamo con il giocatore di poker Phil Laak. Non ha lasciato il tavolo per quattro giorni interi e diciannove ore ed era addirittura in attivo. Tuttavia, per un famoso professionista del poker come Laak, l’importo del surplus era abbastanza piccolo – 6766 dollari. L’intera vincita, come spesso accade in questi eventi, è stata data dal giocatore di poker in beneficenza. Per inciso, il precedente detentore del record era Paul Zimbler, che ha giocato per tre giorni e otto ore di fila.

    Da un casinò all’altro

    In quanti casinò pensi di poter giocare in un periodo di 24 ore? E non stiamo parlando di casinò online, stiamo parlando di casinò reali. La famiglia Frofen è riuscita a colpire 69 casinò in diciannove ore a Las Vegas, dove si sono seduti ai tavoli di blackjack e hanno giocato.
    Naturalmente, con un tempo molto limitato, non si può fare molto, quindi c’era solo una scommessa da cinque dollari per casinò. Molti troveranno questo risultato bizzarro, ma nessuno l’ha ancora superato. Ecco perché ancora oggi rimane saldamente nel Guinness. Record mondiali”.

    Il vecchio, vecchio spacciatore

    I croupier nei casinò non sono solo giovani, come molti pensano. Per esempio, al Flamingo di Las Vegas, Joanna Dodd, un pezzo grosso donna, è riuscita a mantenere il suo lavoro fino a 79 anni.

    Libro dei Guinness

    Qui ci sono altre registrazioni interessanti dal libro:

    • La più grande vincita alla lotteria è stata di 390 milioni di dollari. Tuttavia, due persone hanno colpito il jackpot in una volta sola. Il record è detenuto dal 2007.
    • Un appassionato di corse di cavalli britannico una volta fece una scommessa di 30.000.000 di sterline. Il suo cavallo preferito le ha portato una vincita di 153 milioni.
    • Nel 2007, il record è stato stabilito, non da un uomo, ma dal sito di poker PokerStars. Ha tenuto un torneo in cui ben 151508 giocatori di poker online si sono registrati e hanno giocato.
    • Il giocatore di poker Bertrand era in grado di giocare a sessanta tavoli contemporaneamente. Il disco doveva resistere per almeno un’ora e rimanere in nero perché contasse.